VERBALE DI COMUNICAZIONE: Manifestazione “Difendiamo la democrazia”, sabato 2 giugno 2018

Posted on Posted in Current domestic policy, Uncategorized

Londra, Regno Unito – La sezione “William Beveridge” (Londra) del Movimento Roosevelt, visti i recenti eventi politici in Italia che avevano visto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, essere venuto meno alla sua funzione di garante della volontà del popolo italiano mediante il respingimento della candidatura del Professor Paolo Savona a Ministro dell’Economia, aveva indetto per la giornata di sabato 2 giugno, festa nazionale annua in cui si celebra l’anniversario della nascita della Repubblica Italiana, una manifestazione pubblica a difesa dello Stato italiano e della democrazia. Il luogo scelto per tale dimostrazione era stata la piazza di Piccadilly Circus, da sempre luogo simbolo della capitale britannica e cuore culturale pulsante della societa’ londinese.

La sezione “William Beveridge” ha preso posizione a Piccadilly Circus alle ore 13:30, munita sia di tricolori italiani che di bandiere gialloblu del Movimento Roosevelt, e di volantini, sia in lingua italiana che in lingua inglese, che presentavano in maniera succinta e diretta i punti cardine dell’essenza politica, sociale e culturale del Movimento.

La posizione centralissima assunta all’interno della piazza ha reso sì che ciascun socio fosse continuamente occupato a discutere con i passanti – da sottolineare, delle più diverse etnie – i quali, incuriositi ed attratti dalle bandiere, accorrevano dai soci del Movimento Roosevelt e si mostravano desiderosi di fare domande di carattere generale sul Movimento, di scambiare punti di vista sulle più svariate tematiche politiche e sociali e di congedarsi non prima di aver preso un volantino.

Non lontano dal luogo dove il Movimento Roosevelt era ubicato, il Movimento 5 Stelle era anch’esso presente con i propri drappi e tricolori a celebrare la Festa della Repubblica ed a protestare a favore della democrazia a seguito della decisione nefasta del Presidente Mattarella. Quest’ultimo, in seguito, ha avuto il buon senso di ritornare sui suoi passi ed aprire le porte ad un nuovo esecutivo capitanato dal Professor Giuseppe Conte che comprendesse anche il Professor Savona, seppur stavolta in veste di Ministro per le Politiche Comunitarie.

Vari soci del Movimento Roosevelt sono stati i primi a recarsi attivamente dai militanti del Movimento 5 Stelle, a presentarsi e scambiare opinioni sul nascente governo e sull’attuale clima politico italiano. Successivamente, anche membri del Movimento 5 Stelle si sono recati dal Movimento Roosevelt, curiosi di conoscere quest’ultimo più da vicino ed investigare se ci fossero punti politici di convergenza. La dimostrazione si è conclusa alle ore 17, l’orario concordato con la Polizia Municipale.

Per concludere, un clima sereno, in pieno spirito del 2 giugno, che ha evidenziato che due movimenti politici italiani, nonostante mostrino alcune divergenze strutturali ed ideologiche, siano accomunati da un unico grande desiderio: il volersi vantare di uno Stato italiano repubblicano, realmente democratico, che agisca da faro non solo per tutti gli italiani che risiedono all’estero ma anche per l’intera Europa stessa.

Emanuele Barrasso
Segretario della Sezione “William Beveridge” (Londra) – Movimento Roosevelt

Print Friendly

Leave a Reply