Sovranità popolare non vuol dire ritorno agli stati nazione

Posted on Posted in Post

A breve, qui a Londra, avrà luogo l’atteso incontro tra Gioele Magaldi e Giulietto Chiesa. Il tema dell’evento sono le ‘dinamiche di potere’ ed in quest giorni la comunità rooseveltiana tutta si sta interrogando proprio su questo tema.
Vedendo un video dello stimatissimo Antonino Galloni che è stato postato sul gruppo ufficiale Movimento Roosevelt Italia , filmato diversi mesi fa, mi è venuto spontaneo fare un commento ai contenuti proposti dal nostro Vice Presidente; commenti che ripropongo, qui sotto, insieme al video stesso.

“Come sempre, sono d’accordo sulle questioni economiche proposte da Galloni (video), ma non su tutte quelle politiche. Riguardo la conformazione di una ipotetica e futura Europa unita, Galloni fa riferimento al modello “westfaliano” (dalla pace di Westfalia,1648). Un ritorno a stati sovrani indipendenti non interessati nelle politiche interne altrui consentirebbe la coesistenza in Europa, teoricamente, di democrazie liberali e di teocrazie basate sulla Sharia, ad esempio. Dal punto di vista politico, un modello del genere vorrebbe sostanzialmente significare la rinuncia a costruire una società globale basata sui diritti fondamentali dell’uomo e su valori come libertà, uguaglianza, giustizia e fraternità. Il rischio, come sempre, è quello di anteporre l’economia alla politica, mentre deve essere la politica ad indicare la strada all’economia. Nel perseguire quella società basata su libertà, uguaglianza, giustizia e fraternità, prima a livello Europeo e poi, chissà, anche a livello globale, le politiche economiche di Galloni sono una grande risorsa. Ricordiamoci che, come diceva Gioele Magaldi pochi giorni fa, la sovranità del popolo non deve prendere necessariamente la conformazione dei confini nazionali ma puó allargarsi a confini più ampi, come ad esempio quelli Europei.”

Di questo e di altro parleremo a Londra all’evento: “TRAME DI POTERE: Il Potere come si forma e come si manifesta tra complottismi e pensiero unico.” Vi invito a partecipare all’evento prenotando un posto al seguente link.

Ad ogni modo, questa conversazione necessiterà di importante dibattito e di un significativo Congresso a Ventotene sulle prospettive future- istituzionali, politiche e socio-economiche- del Vecchio Continente.

 

 

Print Friendly

Leave a Reply